Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visualizza l'informativa privacy

La Tecnologia del MONOSTRATO

La tecnologia del monostrato, più recente di quella doppio strato, si è affermata negli ultimi anni presso molti fabbricanti in molte parti del mondo e prevede una mattonella costruita con la presenza della sola parte a vista e senza il sottofondo.
I vantaggi di questa tecnologia, fermi restando i pregi comuni col doppio strato, sono i ridotti spessori del prodotto e la conseguente riduzione del peso, interessante sia per i trasporti che per i carichi sulle strutture degli edifici.
Nel monostrato non esiste il sottofondo che assorbe l’acqua durante la pressatura, ma solo un impasto simile a quello della parte a vista del doppio strato.
Esso viene privato dell’acqua mediante l’evacuazione della stessa durante la pressatura e attraverso delle tele filtranti disposte nella zona di pressatura. Dopo la pressatura il prodotto può essere estratto dalla pressa e posto in stagionatura.
L’impasto realizzato con caratteristiche tradizionali, senza uso di particolari additivi, non presenta difficoltà produttive. Come per il primo strato è costituito da una miscela umida di cemento, inerti e granulati di pietre varie che determineranno la parte visibile e creativa della mattonella. Sottoposto a pressature elevate, più di quelle del doppio strato, pur senza la presenza del sottofondo,il prodotto presenta livelli di resistenza alla rottura non inferiori a quelli del doppio strato.
Il monostrato si è sviluppato per essere posato negli ambienti interni come case, uffici spazi coperti, in concorrenza ai pavimenti ceramici ed alle pietre naturali, e per lo più come questi viene sottoposto al trattamento di levigatura ed elevata lucidatura. Ad oggi il monostrato per ambienti esterni come marciapiedi, piazze portici ecc. non si è molto affermato in quanto per tali usi viene preferito il doppio strato anche con forti spessori per sopportare i carichi di mezzi pesanti.
Negli impianti di mattonelle monostrato, potranno essere previste tutte le automazioni e tutte le lavorazioni in uso per le mattonelle doppio strato.


 

Layout di un Impianto Monostrato

layout monostrato


 

LEGENDA

1 - GR5A 1° Strato
2 - Pressa
3 - Impianto Automatico Mod. Linear S
4 - Carrello Automatico
5 - Celle di Stagionatura
6 - Rulliera
7 - Calibratrice 4002
8 - Ribaltatore a Botte
9 - Rulliera Curva
10 - Rulliera
11 - Levigatrice 4006
12 - Rulliera
13 - Lucidatrice Mod. T12/4000 Swing
14 - Rulliera
15 - Bisellatrice
16 - Rulliera Curva
17 - Asciugatrice
18 - Forno di Riscaldamento
19 - Ceratrice
20 - Palettizatore Automatico

Copyright